Home HARDWARE E PERIFERICHE AUDIO - VIDEO Amazon Alexa Echo, Echo Plus ed Echo Recensione con domotica

Amazon Alexa Echo, Echo Plus ed Echo Recensione con domotica

Author

Data

Oramai è da 1 mese che stiamo provando gli speaker smart di Amazon, gli echo, device che utilizzano IA Alexa per interfacciarsi con gli utenti ed eseguire diverse azioni.

Noi abbiamo cercato di avere un rapporto abbastanza profondo con i device Echo, andando a personalizzare la nostra abitazione con interruttori intelligenti, termostati e lampadine, in modo da poter vantare una casa domotica.

Amazon Echo, struttura, qualità costruttiva e suono:

Super promo, stazione di ricarica Wireless, clicca sull'immagine sotto

Gli Amazon Echo sono prima di tutto delle casse WiFi, dotate di una qualità audio molto buono e con diverse configurazioni per poter utilizzare i diversi device Echo come impianto multiroom.

A livello sonoro possiamo solo parlare bene dei device da noi testati, ovvero Echo Plus ed Echo Dot, con un audio realmente a 360 gradi, profondo e forte, che riuscirà a soddisfare anche i più esigenti.

Anche strutturalmente gli Echo sono costruiti molto bene, e la loro pesantezza, dovuta soprattutto dal magnete interno, restituisce un senso di solidità, assente in molte casse bluetooth anche costose.

Alexa, funziona bene e ci comprende:

Da diversi mesi Alexa è in fase di test in Italia, e rispetto all’inizio ha fatto enormi passi in avanti.

Di sicuro Alexa non si può ancora definire come un’intelligenza artificiale, ma unicamente come una voce guida che segue regole ben precise, non in grado di apprendere.

Le sue possibilità sono comunque molteplici, anche se dovremmo capire cosa chiedergli precisamente, per non incorrere nel classico “non ho capito”.

Alexa, gli Echo e le Skill:

Le Skill sono le applicazioni installabili nel nostro ambiente casalingo, che ci danno la possibilità di aggiungere funzioni o interfacce ai nostri Echo.

E’ estremamente positivo che l’installazione di una Skill sia trasversale a tutti gli echo censiti sull’app Android – iOS, quindi la Skill scelta funzionerà su qualsiasi Echo disponibile in casa.

Noi abbiamo inizialmente installato tutte le Skill informative, riguardanti telegiornali e meteo, e qualche Skill ludica, per esempio quiz interattivi o barzellette. La qualità media di queste è abbastanza buona, anche se abbiamo assistito anche a qualche skill estremamente limitata.

Gli Echo con Alexa per la domotica:

Passiamo ora alle cose serie, la domotica. Finora infatti abbiamo unicamente giocato con i nostri Echo, ma se vogliamo fare in modo che questi ci diano veramente un supporto casalingo importante dobbiamo installare device un po più “importanti”.

Nello specifico abbiamo acquistato dei passacavi smart, interruttori a muro WiFi, un termostato e una lampadina.

interrutori smart

Tutti i dispositivi dedicati all’illuminazione, tranne la lampadina della Philips, si appoggiano all’applicazione stand alone eWelink, con la quale potrete controllare direttamente da smartphone tutti i device oppure passare attraverso l’app Alexa o i comandi vocali.

Per far funzionare tutti questi dispositivi abbiamo dovuto dapprima installare l’app eWelink con cui connettere i device una prima volta, aggiornare eventualmente i firmware e poi installare la Skill eWelink.

Nel nostro caso la Skill di Alexa non funzionava, ma leggendo i feedback negativi degli utenti abbiamo subito capito che si trattava di un problema al WebService cinese. Abbiamo inviato un’email allo sviluppatore e nel giro di poche ore hanno ristabilito la connessione.

Tutti questi servizi, non solo quelli di eWelink, passano attraverso dei webservice che si connettono ad internet, quindi è normale che l’accensione vocale tramite gli Echo subisca un micro lag di circa 1-2 secondi.

A questo punta tutte le luci della nostra casa si accendono attraverso comando vocale, anche i lampadari Led, grazie alla presenza degli interruttori a muro, per i quali abbiamo dovuto tirare il cavo elettrico del neutro alla prima scatola di derivazione, operazione un po’ complessa e delicata, che andrebbe fatta da un professionista.

termostato smart

Tali interruttori sono anche compatibili con i relè multi presa, dato che al loro interno prevedono anche la configurazione di regole che regolano anche i tempi automatici di sgancio degli interruttori.

Per quanto riguarda i termostati, nel nostro caso un Netatmo, ci troviamo di fronte ad uno strumento estremamente potente, che grazie alla relativa app ci consente di avere il controllo remoto dei consumi nonché delle guide automatiche per poter risparmiare.

Qui il discorso integrazione con Alexa è leggermente più limitato, anche se con l’Echo Plus avrete a disposizione un altro punto di rilevazione della temperatura, che potrà essere integrato.

 

 

 

0
0
vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Post recenti

Pad PS5 vs Xbox Series X, i Sony non compatibili e Microsoft gongola

La console war moderna si sposta tra servizi, potenza e periferiche. Proprio quest'ultime sono al centro delle nuove controversi tra Sony e Microsoft con...

Cortana saluta Android e iOS dal 2021, ora che succede?

Cortana è stato uno dei primi assistenti vocali ad arrivare sul mercato, assistente dalle grandi potenzialità che prende spunto dall'IA di Halo, il famoso...

Microsoft vuole acquisire TikTok, ma c’è di più

TikTok è al centro dei riflettori mondiali, dopo che il presidente degli Stati Uniti vuole bloccare l'app cinese sul territorio americano per "preservare i...

WhatsApp è i messaggi che si autodistruggono al via

Lo sviluppo di WhatsApp si è risvegliato in queste ore, dato che stiamo assistendo a moltissime novità da parte del programma di messaggistica istantanea...

Echo auto, recensione e video recensione dopo 1 mese di utilizzo

Ci troviamo di fronte alla recensione di un nuovo dispositivo della famiglia Echo, ovvero quei device che tramite Alexa si interfacciano a casa con...
0 0 vote
Article Rating
0
Commenta subito, clicca quix
()
x