Home CURIOSITÀ' TECNOLOGICHE GOOGLE Come funziona Ok Google e come attivarlo su qualsiasi smartphone

Come funziona Ok Google e come attivarlo su qualsiasi smartphone

Author

Data

Google è solo una delle tante aziende che sta portando avanti il progetto di assistente virtuale e vocale, come Amazon, Microsoft, Apple, Samsung e molte altre.

Il vantaggio del colosso della ricerca americano è da ricercare nella diffusione globale di Android, sistema operativo con quasi 80 % di mercato.


Ok Google non è propriamente il nome dell’assistente vocale, dato che questo viene prima di tutto definito dalla stessa azienda “l’assistente vocale di Google”. Un non nome che a volte non permette di definire precisamente di chi o cosa stiamo parlando, ma che a quanto pare funziona al pari di Alexa, Siri o Cortana.

Ok Google è pre-installato nella maggior parte degli smartphone Android, ma con l’avanzare di soluzioni proprietarie è possibile che non abbiate a disposizione l’assistente di Google con Ok Google sul vostro smartphone Android,e  sicuramente non l’avrete su iOS di default.

Con questa guida affronteremo l’integrazione dell’assistente di Google tramite due vie, chi ha uno smartphone con l’assistente pre-installato, e chi invece ha un device in cui installare l’assistente Google da zero.

Come attivare Ok Google su uno smartphone Android puro o quasi

Negli smartphone Android stock, come per esempio i Pixel prodotti dalla stessa Google oppure i Nokia di HMD, l’assistente di Google è facilmente richiamabile tramite anche solo la voce, ma di default questo non è attivo se non l’abbiamo configurato alla prima accensione.

Per fare ciò dovremo andare nel menu di Android, richiamabile in genere dall’icona di un ingranaggio, e cercare la sezione denominata semplicemente “Google”.

Qui trovate una selezione dei migliori smartphone Android puri con offerte sottocosto importanti.

Scorrendo tutte le varie scelte ci troveremo di fronte ad un opzione denominata “Ricerca, assistente e funzioni vocali”. Purtroppo in quasi ogni nuova versione di Android questa voce si chiama in maniera leggermente diversa, per questo vi consigliamo al limite di utilizzare la ricerca nel menu impostazioni, ricercando la parola “assistente”.

Selezionata questa voce vi dovrete dirigere sull’opzione “Voce” in cui troverete la sezione “Voice Match”. Attivando tutte le varie funzioni, soprattutto accedi con Voice Match, attiverete il riconoscimento vocale della vostra voce dicendo semplicemente “Ok Google”.

Questa è un metodo per attivare l’assistente vocale di Google richiamandolo semplicemente con la voce. Il riconoscimento vocale continuo di “Ok Google” implica però un consumo aggiuntivo di batteria, quindi effettuate una prova di durata giornaliera successivamente.

Come attivare Ok Google sui dispositivi senza Android Stock

Tutti i device Android, anche quelli iOS iPhone, possono integrare l’assistente di Google, l’importante e che sia presente una versione pari o superiore ad Android 4.4.

Una piccola premessa, benché i device che andiamo a prendere in esame sono smartphone con interfaccia proprietaria, non è detto che Ok Google non sia già integrato. L’ecosistema degli smartphone Android è talmente vario e ampio che è difficile mappare la situazione per ogni singolo smartphone, per questo, in caso di dubbi, non esitate a scriverci nei commenti.

La prima operazione da svolvere è quella di andare sul google play store, negozio proprietario di Google ufficiale per Android ma non l’unico disponibile. Nel caso di un device iOS dovrete scaricare le app dall’Apple store.

google-play-store-logo

Qui dovrebbe scaricare, se non già presenti sui nostri smartphone, il programma denominato “Assistente Google”. Questo, dopo che l’installazione verrà completata, verrà visualizzato come una vera e propria app a parte. Se l’aprite questa vi chiederà una configurazione iniziale con la possibilità successivamente di richiamare velocemente l’assistente personale e vocale di Google.

Purtroppo non in tutti gli smartphone, soprattutto iOS; non è possibile utilizzare il wake up del device attraverso “Ok Google”, questo per non intralciare magari un altro assistente virtuale e vocale presente, come Siri di Apple.


Se avete dei dubbi in merito all’attivazione dello stesso assistente vocale non esitate a contattarci attraverso i commenti.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Post recenti

App per gestire le password gratis, ecco secondo noi il migliore

Le migliori app per gestire le password, avremmo sicuramente potuto creare un enorme articolo in cui elenchiamo quelle che per noi sono le applicazioni...

Nokia 5.2 in foto reali, è veramente strano ma bello

Il Nokia 5.2 in foto reali, questo grazie al solito leaker Evan Blass che non solo ci mostra delle foto del nuovo device finlandese,...

Google Foto in abbonamento, stampe in automatico

Google Foto in abbonamento, qualcuno leggendo questo titolo potrebbe pensare che il Cloud di Big G passi a pagamento ma non è così. Google Foto...

Amazon Prime, record su record, ce l’hanno tutti

Amazon Prime è un servizio eccezionale, che in Italia, come nel resto del Mondo, è apprezzato per molteplici motivi. Tra il maggiore c'è sicuramente la...

La data d’uscita del Galaxy S20 è .. Eccola qui

Siamo molti curiosi di vedere i nuovi smartphone di Samsung, ed ora sappiamo la data d'uscita del Galaxy S20 e dei suoi fratelli. A comunicarlo...