Febbraio 1, 2023
Microsoft accetta di rilasciare Call of Duty sulle piattaforme Nintendo per 10 anni, in barba ai controlli regolamentari

Microsoft accetta di rilasciare Call of Duty sulle piattaforme Nintendo per 10 anni, in barba ai controlli regolamentari

Microsoft ha anche offerto a Sony un contratto di 10 anni per rilasciare Call of Duty sulle console PlayStation lo stesso giorno del lancio su Xbox.

Microsoft ha sottoscritto un impegno decennale per portare il titolo videoludico Call of Duty sulle piattaforme Nintendo, ha dichiarato l’amministratore delegato di Microsoft Gaming Phil Spencer in un tweet di mercoledì.

“Microsoft si è impegnata a continuare a offrire Call of Duty su @Steam contemporaneamente a Xbox dopo che avremo chiuso la fusione con Activision Blizzard King”, ha twittato Spencer.

Nel frattempo, un articolo pubblicato lunedì sul Wall Street Journal da un dirigente di Microsoft ha rivelato che l’azienda ha offerto a Sony un contratto di 10 anni per rendere ogni nuova uscita di Call of Duty disponibile su PlayStation lo stesso giorno in cui arriva su Xbox.

A settembre, il capo dei giochi di Sony, Jim Ryan, aveva dichiarato che la precedente offerta di Microsoft di mantenere la popolare serie di giochi prodotti da Activision Blizzard su PlayStation per tre anni dopo la scadenza dell’attuale accordo era inadeguata.

L’ultima offerta di Microsoft, produttrice di Xbox, a Sony arriva mentre l’azienda si trova ad affrontare un crescente controllo normativo sull’operazione di acquisizione di Activision Blizzard per un valore di 69 miliardi di dollari (circa 5.690 milioni di rupie).

L’offerta, presentata a gennaio, ha suscitato ostacoli normativi nell’Unione Europea, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, con Sony che ha criticato l’accordo e ha persino chiesto un veto normativo.

Il mese scorso Reuters ha riferito che il rimedio di Microsoft consisterebbe principalmente in un accordo di licenza decennale con Sony, proprietaria di PlayStation.

“Il principale presunto rischio anticoncorrenziale che Sony solleva è che Microsoft smetta di rendere disponibile Call of Duty sulla PlayStation. Ma questo sarebbe economicamente irrazionale”, ha dichiarato il presidente di Microsoft Brad Smith nell’articolo del WSJ.

Lunedì, inoltre, Microsoft ha dichiarato di voler aumentare i prezzi dei nuovi giochi per Xbox a 70 dollari (circa 5.800 rupie) da 60 dollari (circa 5.000 rupie) a partire dal 2023, secondo quanto dichiarato da un portavoce dell’azienda.