Microsoft, dopo un breve periodo di sospensione, riattiva il programma Windows Insider per gli utenti interessanti a provare in anteprima le nuove release del sistema operativo Windows 10 in versione desktop.

E’ da poco in distribuzione, infatti, la nuova build 10525 immessa nel circuito del Fast Ring. L’aggiornamento può essere effettuato tramite Windows Update (a patto che l’utente abbia aderito al programma Windows Insider).

Tra le novità della nuova release di Windows 10 viene fatto espressamente riferimento a:

  • Nuove opzioni per la personalizzazione dei colori dell’interfaccia utente*
  • Miglioramenti nella gestione della memoria. Grazie a ‘compression store’ viene ridotta la quantità di memoria utilizzata dal singolo processo, consentendo a Windows 10 di mantenere più applicazioni nella memoria fisica. Altro vantaggio è una migliore reattività del sistema.
  • E’ stato reintrodotto l’Insider Hub

Prima di effettuare l’aggiornamento, è opportuno tener presenti alcuni bug noti della nuova build:

  • L’hotspot mobile non funziona
  • E’ richiesto un aggiornamento nell’app Film e TV per correggere un problema con la riproduzione dei video
  • I language pack opzionali non saranno disponibili durante la fase iniziale della distribuzione, ma lo diventeranno nel corso della settimana.

Per scaricare è necessario fare parte del programma Insider, mediante nuova iscrizione o continuando a mantenere lo status di Insider dopo l’aggiornamento alla prima versione stabile del sistema operativo.

Si ricorda che i ‘nuovi Insider’ possono attivare la ricezione delle nuove build seguendo il percorso Impostazioni > Aggiornamento e Sicurezza > Windows Update > Opzioni Avanzate > Ricevi Build Insider.

*Nota: il changelog ufficiale fa riferimento alla possibilità di cambiare anche il colore delle Title Bar senza particolari modifiche (elemento di novità rispetto alla precedente release).

Infine, il team di Microsoft Edge conferma alcuni cambiamenti presenti nella build relativi al browser, che non saranno immediatamente visibili lato utente finale. Si fa riferimento ai lavori preparatori per ORTC (Object Reat-Time Communications) in Microsoft Edge.

Troviamo poi, molte segnalazioni da utenti che usano Google Chrome, di aver molta difficoltà nell’utilizzare tale software, in quanto su svariati siti web mostra un errore dovuto alla poca memoria presente per far funzionare Google Chrome.

Una enorme strategia, messa appunto da Microsoft per far utilizzare anche agli utenti familiari con Googl Chrome, il loro nuovo browser.

Voi cosa ne pensate, avete avuto anche voi questi problemi?

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Evangelista Andrea
Evangelista Andrea
6 anni fa

Nel titolo avete scritto build 10125, penso sia un errore 🙂